Figura davanti al mare di Jacobo Cortines 

Jacobo Cortines , Spagnolo nato a Lebrija-Sevilla nel 1946, ha studiato Filosofia e Lettere all’Università di Siviglia, dove è stato professore di Letteratura spagnola. 
Ha tenuto corsi e conferenze in altre università in Spagna e all’estero, come New York, Porto Rico, Berlino, Colonia, Aquisgrana, Firenze, Pisa, Siena, Palermo, 

Figura davanti al mare

Il suo sguardo si perde in questo immenso,
sereno blu profondo delle acque.
Lei sta sola, in piedi, muta, fissa.
Forse pensa perché ha tardato tanto
a vivere sul mare, e alla memoria
si affacciano i ricordi senza avviso:
la sua infanzia, remota, le pianure,
la polvere d’estate, quel silenzio
delle messi falciate, quegli odori
di tante cose ormai quasi scordati;
l’adolescenza timida, lontana;
la gioventù in attesa, senza fretta,
dell’amore ideale; le illusioni
non sempre condivise. La certezza
che tutto ciò è trascorso come un sogno
dal quale si è destata. Lei sta sola,
lei sola e il mare, ed il suo sguardo
intanto nel blu si addentra come se dovesse
in esso naufragare. Guarda e avverte
che i suoi ricordi sono come le onde
che si rompono a riva tra la schiuma
e che è dolce l’addio su una spiaggia.

Jacobo Cortines 

(da Passione e paesaggio, Elliot, 2016 – Traduzione di Matteo Lefèvre)